Val d'Aosta 032L’idea iniziale era quella di scappare dal caldo torrido e afoso di Torino per respirare un po’ d’aria fresca.

Andiamo al Forte di Bard a vedere Genesi, la mostra fotografica di Sebastião Salgado. Da appassionata di fotografia non potevo proprio perdermela e poi…
Lì farà più fresco…
No, sono previsti 30 gradi.
Almeno ci sarà il vento…
Non si è mossa una foglia.
Pazienza.

Comunque… la prima cosa bellissima del Forte di Bard è la possibilità di prendere gli ascensori panoramici che dal parcheggio portano fino alla biglietteria e sono gratuiti. Da lassù la vista sulla vallata sottostante è stupenda, nonostante i 3000 gradi!Val d'Aosta 001
La mostra si sviluppa attraverso 5 sezioni che corrispondono a 5 zone della Terra: il Sud del Pianeta, l’Africa, “I Santuari del Pianeta”, l’Emisfero Nord  e l’Amazzonia. Le fotografie, non c’è neanche bisogno di dirlo, sono spettacolari. Salgado racconta i luoghi più remoti e abbanonati della Terra, quelli in cui le forme di vita sono assenti o estremamente resistenti, quelle in cui l’uomo non potrebbe sopravvivere e quelle in cui vive a strettissimo contatto con la natura, in comunità che vivono in simbiosi con il proprio habitat e lo rispettano.
Però…
Ho preso l’audioguida e la voce narrante era terribile…nasale al punto da essere fastidiosa. Ora, non è che uno debba avere per forza una voce stupenda, ma se registra audioguide…Il secondo problema è che non c’era un raccontino breve per ogni foto, c’era un pippozzo di mezz’ora per ogni sezione. Da quanto ho capito erano testimonianze di Salgado tradotte…ma il risultato è una voce che parla a caso delle immagini senza seguire un ordine rispetto a quello che era stato dato alle fotografie sui muri. Serve per farsi un’idea generale di cosa stai guardando e dà anche informazioni interessanti… solo che è difficile collegare la voce alle immagini.
E poi, ultima cosa… Sebastião carissimo, va bene che tu fotografi solo in bianco e nero…ma potevi portarti dietro un amico che scattasse le foto a quei paesaggi mozzafiato a colori… :)
Val d'Aosta 007 Val d'Aosta 009

Dopo una passeggiata nel paesino di Bard (piccolissimo) abbiamo provato ad inoltrarci ulteriormente nella Valle alla ricerca di qualche grado in meno. Tentativo fallito.
Val d'Aosta 014 Val d'Aosta 017 Val d'Aosta 019

Erano più o meno 20 anni – dalle elementari – che sognavo di visitare il castello di Fénis e, nonostante facesse esattamente caldo come a Bard, mi è piaciuto tantissimo.
Val d'Aosta 021 Val d'Aosta 023 Le visite sono guidate e si fanno a gruppi, noi siamo stati accompagnati da un uomo gentilissimo, competentissimo e disponibile a rispondere ad ogni domanda e curiosità anche al termine della visita. Il castello è molto carino, il pezzo forte è il cortile interno interamente affrescato che è stato copiato per realizzare il cortile della Rocca del Valentino a Torino. La guida, oltre a spiegarci la funzione delle varie stanze, ci ha anche regalato qualche chicca su usi e costumi dell’epoca.
Val d'Aosta 030 Val d'Aosta 034 Val d'Aosta 035 Val d'Aosta 041 Val d'Aosta 042 Val d'Aosta 043 Val d'Aosta 048 Val d'Aosta 050 Val d'Aosta 058 Val d'Aosta 061 Val d'Aosta 064 Val d'Aosta 066

Il tentativo di fuggire dal caldo non è andato a buon fine ma è stata una giornata piacevole e interessante…anche perché a me basta un po’ di Medioevo o qualche bella foto per rendermi felice!
Val d'Aosta 069

Non vi racconto cos’ho mangiato perché Tripadvisor che non tradisce mai…questa volta mi ha tradita!