IMG_0637

Quando faccio un regalo cerco sempre qualcosa che possa piacere a chi lo riceve ma che allo stesso modo mi rispecchi: non regalerei mai un libro che non mi è piacuto, un oggetto che non vorrei in casa mia, un prodotto che non userei mai.

Cercare di essere green, almeno in parte, significa avere un approccio più attento nei confronti della nostra spesa e trovare soluzioni per ottenere lo stesso risultato cercando di avere un minore impatto sull’ambiente, sul portafoglio e sulla nostra salute.
Nei prodotti per la cura e l’igiene del corpo ammassati sugli scaffali dei supermercati si trova un’enorme quantità di sostanze nocive e inquinanti che inoltre costano spesso anche care.
Esistono alternative valide per prenderci cura di noi stessi senza avvelenarci, spesso le soluzioni sono molto semplici da trovare e anche da realizzare.

Uno dei miei prodotti di bellezza preferiti che ho deciso di regalare per Natale è lo scrub alla lavanda: adoro il suo profumo e trovo che sia davvero efficace, oltre ad essere semplicissimo e veloce da preparare.

Occorrente:
Vasetto di vetro con tappo
6 cucchiai di sale fino
4 cucchiai di bicarbonato di sodio
2 cucchiai di zucchero
5 cucchiai di olio di mandorle dolci
olio essenziale alla lavanda
fiori essiccati di lavanda (facoltativo)

Procedimento:
Mescolare le polveri e aggiungere l’olio di mandorle dolci, 10 gocce di olio essenziale e, se volete, i fiori essiccati.
Se vi sembra ancora troppo asciutto aggiungete ancora dell’olio considerando però che va usato dopo la doccia sulla pelle ancora bagnata quindi non dovrà essere troppo liquido.
IMG_0602

Oltre ad avere un effetto esfoliante grazie alle diverse polveri utilizzate, lascia la pelle profumata e idratata perché l’olio di mandorle dolci ha proprietà emollienti.
Si può sostituire l’olio essenziale di lavanda con quello che vi piace di più. Io ho già provato con quello alla menta (consigliato d’estate perché è molto rinfrescante), quello alla cannella con l’aggiunta di una punta di cucchiaino di cannella in polvere e quello lavanda e arancio dolce.

IMG_0636

 * il consiglio in più: se avete i capelli lunghi, dopo averlo utilizzato sul corpo, sciacquate le mani per eliminare i granelli e passate le dita ancora “unte” sulle punte dei capelli: rimarranno morbidi, lucidi, non appesantiti e non unti.

  • Pingback: 8 usi alternativi dell’olio di cocco – mirtilli e pois()

  • Clara Gionco

    Io sono una vera appassionata di scrub caserecci a base di oli e sale, devo provarlo!!

    • mirtilliepois

      Scusa ma ho avuto dei problemi con i commenti e leggo solo adesso… provalo e poi dimmi se ti piace! ♥