chiara

Questo è il post che pensavo non avrei mai scritto, è il racconto di un evento che fino a pochi mesi fa non si sarebbe concretizzato nemmeno nella mia testa.

Ho partecipato alla mia prima gara “seria”, non competitiva ma comunque cronometrata. Avere uno stimolo, un obiettivo da raggiungere mi permette di continuare ad allenarmi con più costanza nonostante il caldo (che comunque in questa estate strana non è poi così insopportabile). Dopo essere arrivata viva al traguardo della 5.30 ho deciso di lanciarmi in una nuova sfida un po’ più lunga: la VaLentino.

Gara di 7 km disputata nell’omonimo parco in una fresca serata d’estate, una festa dello sport per adulti e bambini (per loro erano previste una gara da 500 mt e una da 1 km) che si sono riversati nei vialetti del Borgo Medievale  e da poco lontano sono poi partiti.

Devo ammettere che la mia posizione in classifica è stata abbastanza deludente in assoluto, eppure ho raggiunto il mio miglior tempo nonostante una caviglia che al 6 km ha deciso di far molto male, sono riuscita a camminare poco, solo nei tratti di salita ripida, sono arrivata alla fine con un sorriso enorme stampato in faccia… e con una sete pazzesca! :)

A volte mi dimentico di quanto fossi pigra fino a pochi mesi fa e allora questi risultati scarsi mi demoralizzano ma ho iniziato a fine marzo con ripetute di corsa da 2 minuti che mi sembravano eterne, questa volta ne ho fatti più di 30 senza rallentare.

La corsa è stata la ciliegina sulla torta in un cambiamento che mi ha davvero portata ad essere una persona totalmente diversa… e non mi sono mai sentita così me stessa, così forte e sicura. A volte le batoste nella vita sono davvero un trampolino di lancio, una seconda possibilità che avevi smesso di aspettare.

 

 * * * * *

Un grazie sincero a BaseRunning per l’eccellente organizzazione… e un grazie un po’ meno sincero al fotografo ufficiale che non è riuscito – nonostante la mia andatura lenta – a mettermi a fuoco… :D