Ho passato un anno in cui prendermi cura della mia casa non è stata una delle mie priorità e così ho lasciato alcuni lavori differibili in sospeso per troppo tempo. Uno di questi è lavare le tende.
È vero che fa tutto la lavatrice, basta piegarle, lavarle e riappenderle… ma non ho mai avuto voglia. Ieri ho deciso che era arrivato il momento giusto. Fondalmentalmente io sono un bradipo, starei tutto il giorno sul divano a fare IL NULLA ma quando poi concludo qualcosa mi sento esaltata ed entrare in casa sentendo il profumo di pulito è una di quelle cose che mi migliora la giornata…o la serata.

La mia adorata mamma non condivide le mie idee ecologiste, le trova buffe ma non applicabili. Parlare con lei di come gestisco la casa è come parlare di un gioco, lei mi ascolta ma so benissimo che in fondo al cuore le sembrano tutte idiozie. Così parlando con lei di questa incombenza da svolgere si è fatta seria e mi ha detto “so che non ti piace ma ormai le tue tende sono troppo sporche, devi NECESSARIAMENTE usare l’ammoniaca”. Anche nella mia fase della vita precedente – quella in cui mi sembrava di essere green perché facevo la raccolta differenziata – ho sempre detestato l’ammoniaca per l’odore disgustoso.
Mesi fa ho letto il libro di Paola Maugeri “La mia vita a impatto zero” e suo papà faceva in merito un ragionamento in cui mi sono perfettamente rispecchiata che sostanzialmente recitava: compriamo prodotti che eliminano dalla nostra casa ogni tipo di batterio e imputità come se abitassimo in una sala operatoria senza pensare a quanto tutto questo inquini terribilmente l’ambiente che abbiamo intorno.

La maggior parte dei blog green sono tenuti da mamme e anche se io non appartengo alla categoria trovo sempre post interessanti che applico nella mia vita quotidiana. Su mammarisparmio.it ho trovato la ricetta per la creazione di un sapone semiliquido per la lavatrice. La blogger dava le dosi per 4 litri di prodotto, io ne consumo molto meno e quindi vi do la mia versione da 1 litro.

Occorrente:
1 litro d’acqua
75 grammi di sapone di marsiglia grattugiato
1 cucchiaio colmo di bicarbonato

In una pentola capiente (deve poter contenere almeno il triplo del liquido che inserite) fate bollire l’acqua e poi aggiungete il sapone mescolandolo*. Quando il sapone sarà sciolto spegnete il fuoco e aggiungete il bicarbonato. Con l’acqua calda il composto lieviterà molto, per questo occorre una pentola molto capiente.
Lasciate raffreddare il detersivo e quando sarà quasi freddo passatelo con il minipimer per renderlo omogeneo.
Io aggiungo 5 gocce di olio essenziale di tea tree, 5 di olio essenziale alla menta e 5 alla lavanda per profumarlo e aumentare il suo potere disinfettante.
Quando sarà completamente raffreddato potete trasferirlo in una vaschetta di plastica.

In lavatrice ne uso 2 cucchiai che metto dentro la pallina dosatrice.
L’ho usato anche per le mie sporchissime tende, sono venute perfette! :)

*conviene mettere il sapone dopo l’ebollizione perché l’acqua pura bolle ad una temeperatura minore e quindi ci mette meno temp