IMG_1670

Sabato sera sono stata all’inaugurazione di una nuova pizzeria che è stata aperta nel Centro Commensale Binaria del Gruppo Abele insieme alla nuova libreria della Torre di Abele, a uno spazio dedicato a giochi educativi per bambini e una bottega in cui acquistare prodotti delle terre confiscate alle mafie.

Sorge in un ex capannone industriale che fino agli anni ’70 è stato parte dell’indotto della Fiat e che ancora oggi mostra la vecchia architettura: un’altra ex fabbrica abbandonata a cui è stata data una nuova vita senza dimenticare il passato, uno stile che sta caratterizzando molti luoghi torinesi che da contenitori morti diventano spazi vivi e vibranti in cui non si fabbricano più automobili e lamiere ma cultura, arte, creatività, cucina.
È un posto che racconta Torino e la sua capacità di essere risorta dalle ceneri di un’industria che aveva lasciato disoccupazione, cemento, rottami e enormi spazi vuoti ed inutili. Un posto così è il terreno ideale per costruire la fabbrica di chi, come il Gruppo Abele, riporta le persone alla vita.

IMG_1671 IMG_1669 IMG_1668 IMG_1660 IMG_1666

L’area della fabbrica che mi ha maggiormente attratta, da buona golosa e amante della pizza è stata, ovviamente, la pizzeria. Sul loro sito dicono che “La pizza di Berberè è “light” e “slow”, è una pizza stagionale biologica, buona da mangiare e da digerire, etica e sostenibile, frutto di ricerca continua su farine, fermentazione, topping, metodi di cottura e proprietà nutrizionali.” Io aggiungo che è spaziale!

IMG_1659 IMG_1657 IMG_1656 IMG_1655 IMG_1654

All’inaugurazione è arrivata tantissima gente e non sono riuscita a gustarmi una vera pizza con calma ma ho colto l’occasione per farmi un’idea del posto e per capire che già mi piace! È bello il locale, è intelligente la gestione dello spazio, è colorato, giovane, informale, è rassicurante perché la cucina è a vista, è spazioso, chiassoso come un posto in cui ci si diverte e allo stesso tempo rilassante come un posto che già sa un po’ di casa. Tornerò presto perché mi è rimasta molta curiosità e un po’ di languirono, fanno quel tipo di pizza che amo più di tutti a Torino non avevo mai trovato: quella con l’impasto ruvidino e croccante, meglio della napoletana secondo il mio palato! Qualche settimana fa vi avevo parlato dei miei posti del cuore a Torino e credo che presto dovrò aggiornare quella lista.

IMG_1667

Berberè – Via Sestriere 34 (angolo c.so Trapani) – www.berberepizza.it