ranello-(37)

“Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via.
Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante,
nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti”.
Cesare Pavese, La luna e i falò

Un paio di weekend fa sono stata a Ranello, una delle frazioni di Castelnuovo don Bosco, in provincia di Asti. È un posto come tanti, una frazione di un paese del Monferrato conosciuto nel mondo per aver dato i natali a santi e beati tra cui don Bosco. C’è chi ci viene per fede, chi per il buon vino, chi lo attraversa perché è solo di passaggio.

ranello-(6)
Per me è un posto speciale perché su quelle colline sono vissuti i miei nonni, è nata mia mamma e sono state teatro di tanti miei giorni felici. C’è il silenzio interrotto solo dal cinguettio degli uccelli, c’è il profumo dei prati e dei fiori, gatti che girano tutto il giorno per poi tornare a casa quando diventa buio. Passano i trattori, ognuno col suo rumore diverso, anni fa sapevo riconoscere, dal suono del motore, chi stava passando sotto la mia finestra.

ranello-(46)

ranello-(50)
La campagna fredda e morta d’inverno mi mette tristezza, soprattutto qui perché quando arrivo non trovo più la stufa accesa, mia nonna che lavora in cucina e mio nonno che gira con gli stivali e il cappello sempre in testa. La primavera però lascia spazio all’allegria e anche se quegli alberi sono sempre gli stessi, anche se sul ciliegio mezzo secco non c’è più la mia altalena, vedere tutti quei fiori e le gemme mi rende felice e mi ricorda perché amo così tanto quelle colline.

altalena

ranello-(28)

ranello-(42)

ranello-(35)

ranello-(30)

ranello-(15)

ranello-(11)

ranello-(1)

Venire qui in un pomeriggio soleggiato di primavera mi rimette al mondo. Ci sono pochi posti in cui mi sento così a casa, è un luogo che odio e amo allo stesso tempo, a volte vorrei non doverci mai più tornare e per un po’ lo faccio… ma poi qualcosa mi attrae di nuovo. Qui ogni centimentro di terra conserva un ricordo e a volte fa male, ma qui ogni centimetro di terra mi fa vedere come la vita vada avanti, nonostante tutto. È la lzione di vita dei contadini: torna sempre la primavera anche dopo l’inverno più gelido, tornerà l’estate con i grilli, le cicale e le zanzare, tornerà l’autunno con i suoi colori caldi, l’inverno freddo… e poi si ricomincia.

E in questo pomeriggio di primavera dopo essere stata stregata dai colori della natura mi sono allontanata di qualche chilometro, sono passata davanti alla chiesa di un paese vicino e mi sono fermata ad ammirare la bellezza di un posto così semplice: mattoni rossi e pietre bianche che si appoggiano sullo sfondo di un cielo blu.

ranello-(77)

ranello-(83)

ranello-(85)

ranello-(87)

Non vedo l’ora di tornarci!