INVITO-ODED-FRIEDLAND

Sono un’appassionata di design, amo sorprendermi davanti alla creatività di persone che riescono a trasformare un banale oggetto di uso quotidiano in qualcosa di unico, particolare. In questi mesi l’Istituto Europeo di Design di Torino ha organizzato un ciclo di quattro incontri con altrettanti designer israeliani e il 10 aprile è intervenuto Oded Friedland, fondatore e comproprietario di Monkey Business. Come accade spesso, ho scoperto del suo arrivo in città per caso, ho visitato il suo sito per curiosità e mi sono follemente innamorata dei suoi prodotti. Alcuni li conoscevo già, sono piuttosto famosi e venduti spesso nelle librerie che commerciano anche gadget vari. Oggi collabora con diversi designer israeliani all’interno di Monkey Business, uno spazio innovativo in cui ogni oggetto banale e comune viene reinterpretato in chiave artistica. Così un temperino si trasforma in un temperacarote, MB473_A_360 il porta stuzzicadenti diventa una piccola foresta,  mb478_360 l’infusore per il tè si trasforma in un sottomarino, 360x360x111OT264_360_1_7.jpg.pagespeed.ic.D288wkCKjM le mollette per il bucato diventano una famiglia di acrobati che si esibiscono sul filo dello stendi biancheria 360x360xMB463_360_14.jpg.pagespeed.ic.eQxQjuh81Rmentre una pinzatrice diventa una molletta o una balena.   paper-peg-red mb793a_360 Il claim che caratterizza l’azienda è “add the extra to the ordinary” e credo che il motivo del loro successo stia proprio in questo: nel vedere oltre l’oggetto tradizionale, nell’aggiungere un dettaglio, un particolare che renda speciale ogni cosa. 360x360xmb837d_360.jpg.pagespeed.ic.eLJS-ojtmL MB428_1_360_1_7 111PE727_360_1_7 360x360xmb826_360.jpg.pagespeed.ic.b_08npfCQr pe795b_360 PE371_360_5Nell’incontro con gli studenti dello IED ha raccontato quello che ha imparato nella sua esperienza ventennale di lavoro. Tutto è iniziato per lui creando un posacenere a forma di scarico del lavandino: un oggetto che evita, grazie al tappo di gomma con cui si chiude, il diffondersi dell’odore sgradevole di cenere. La sua idea è piaciuta agli amici e lo ha indotto a proporla in alcune fiere, è stata apprezzata e da qui è nato un rapporto con diversi fornitori in Europa che gli ha permesso di diffondere le sue creazioni anche al di fuori del ristretto mercato israeliano. Oded Friedland è un uomo innamorato del suo lavoro, lo vedi da come ne parla, dalla passione che mette nel raccontare l’evoluzione di un prodotto dal concept alla distribuzione sul mercato.
Ashtray_a_360_1_7

“Fai il lavoro che ami e non lavorerai per tutta la vita”: lui ci è riuscito.

pe806_360

mb824a_360

Il prossimo ed ultimo incontro è con LEAH PEREZ, Direttrice del dipartimento di Fashion Design presso lo Shenkar College of Engineering and Design giovedì 8 maggio ore 18.30, via San Quintino 38 – Torino.
*tutte le immagini di questo post sono prese dal sito mnkbusiness.com