foto 1Sono a metà strada: sono passati 23 giorni dei 46 che avevo intenzione di passare senza zucchero.
Ci sono stati momenti difficilissimi in cui davanti a un dolce mi sono sentita morire, mi sono battuta il petto, strappata le vesti chiedendomi “perché, percheeeeeeeé, perché mi sono fatta questo?” ma in generale sta andando bene.
Ho scoperto, sulla mia pelle perché in teoria lo sapevo già, che il caffè non ha sempre lo stesso gusto (brava Chiara, complimenti!) anche se lo zucchero li rende quasi tutti uguali. Ci sono posti, anche famosi e rinomati che servono delle vere e proprie schifezze.
Ho scoperto che mi piace il cappuccino amaro ancor più di quello zuccherato.
Dopo il primo momento di smarrimento, a colazione ho deciso di sostituire biscotti e croissant con un panino farcito con il miele oppure con una crema di nocciole semplicissima da fare.

La ricetta:
200 gr di nocciole tostate
Un mixer
Tanta, tanta pazienza

La pazienza è un ingrediente fondamentale perché sebbene la preparazione sia estremamente facile occorrono diversi minuti per ottenere la consistenza adatta.
Si inseriscono le nocciole nel mixer e si frulla. All’inizio otterrete una granella che sarà sempre più fine, poi diventerà una pasta grumosa e infine una crema morbida e omogenea. A questo punto trasferite la crema in un barattolo che conserverete in frigo.
Io non ho un mixer molto potente e per evitare che si fonda tra le mie mani la preparo in due riprese attendendo che il motore si raffreddi.
A me piace tanto ma non è dolce, se volete correggere il gusto potete aggiungere un cucchiaino di miele che conviene però mettere già nel mixer.
Le nocciole si possono sostituire con mandorle, arachidi, noci e altra frutta secca. Sconsiglio di farla con i pistacchi perché per ottenere una crema di pistacchi senza aggiungere dell’olio ci vogliono diversi mesi di lavoro! ;)

foto 2 foto 3Mi mancano il cioccolato, i croissant con la crema chantilly e la panna cotta. Qualche sera fa mangiando la pizza ho avuto un irrefrenabile desiderio di cocacola ma mi sono rifiutata di prendere quella light perché cerco di evitare il più possibile alimenti con i dolcificanti. (No, bugia: la voglia era tale che avrei anche preso quella light per disperazione, ma c’era solo in bottiglia e ½ litro mi sembrava eccessivo! Comunque di solito evito i dolcificanti).
Mi mancano i miei muffin che senza zucchero non si possono proprio mangiare! Avevo già provato a farne una versione dietetica tempo fa ma poi ho DOVUTO farcirli con la nutella perché non avevano gusto!
Ho voglia di farmi i pancake un sabato mattina e di concedermi questa colazione che adoro.
Ho cercato una ricetta di biscotti senza zucchero ma sono stata sfortunata: bisognava mettere 1 cucchiaino di sale e sebbene mi sembrasse troppo mi sono fidata: o la tizia che ha pubblicato la ricetta usa in casa i cucchiaini delle bambole oppure non sente i gusti perché l’impasto era immangiabile. Ho provato ad aggiungere farina di mandorle, di cocco, farina normale, palate di miele… ma il risultato è stato pessimo e ho deciso di non provarci mai più. Piuttosto mangio pane secco!

Senza zucchero si può vivere benissimo, però sinceramente non ho notato nessun miglioramento nella mia vita. È vero che sono a metà del mio percorso e non alla fine ma forse, per le quantità che regolarmente consumo, non mi faccio così male.

…e poi devo confessare una cosa: martedì al lavoro mi hanno fatta arrabbiare come mai era successo prima ma era anche il compleanno di una collega che ha portato la torta. Ne ho mangiate 2 fette!!