noce di cocco

L’olio di cocco è ottenuto dalla spremitura della polpa di cocco, preferibilmente fresca, ed è solitamente utilizzato in campo alimentare. Non ho mai provato a utilizzarlo in cucina e non so se lo farò ma voglio raccontarvi x modi per utilizzarlo e per farlo diventare il vostro migliore amico nella cura del corpo.

La condizione essenziale per poterlo utilizzare è che vi piaccia il suo profumo perché è abbastanza forte e persistente.
Io lo compro nei negozi che vendono prodotti biologici ma è possibile trovarlo anche nelle erboristerie ed è importante sceglierlo puro al 100%. Mi piace innanzitutto perché è un prodotto naturale in cui non vengono immersi ingredienti strani di cui non capisco il nome e non conosco l’impatto che possono avere sulla mia salute, mi piace perché è versatile e poi impazzisco per il profumo che lascia sulla pelle, anche ora che non siamo più in estate.
Si scioglie a 25 gradi, quindi se lo utilizzate nei mesi freddi avrà una consistenza solida (e più facile da utilizzare) mentre quando fa caldo è liquido.
Come lo uso?
1. struccante
Ho iniziato innanzitutto ad usarlo come struccante al posto dell’olio di mandorle dolci soprattutto sugli occhi. Ne prelevo una piccola quantità che spalmo sulle palpebre e sulle ciglia – anche quando è solido si liquefa immediatamente al contatto con la pelle, lo lascio agire qualche secondo e poi lo rimuovo con una spugnetta imbevuta di acqua tiepida. Non mi trucco moltissimo ma questo basta per togliere sempre tutto.

2. idratante
Qui bisogna stare attenti con le dosi perché basta un attimo per trasformarsi in una patatina fritta! Ne prelevo piccole quantità che spalmo velocemente sulla pelle asciutta. Lo uso soprattutto la sera perché unge un po’ e se non si assorbe perfettamente può macchiare i vestiti.

3. balsamo corpo
Negli ultimi tempi sono sempre più diffusi i balsami per il corpo da usare sotto la doccia al posto della crema. Ne prelevo una quantità che spalmo sulla pelle, poi risciacquo per togliere l’eccesso e mi asciugo delicatamente son l’accappatoio tamponando. Funziona!

4. maschera per i capelli
I miei capelli sono sempre abbastanza secchi, soprattutto sulle lunghezze. Prima di lavarli a volte ne metto una quantità abbastanza abbondante in particolare sulle punte. Lascio in posa almeno mezz’ora, a volte metto anche una cuffietta da doccia (supersexy!) per tenere i capelli più al caldo e far penetrare meglio l’olio.
Se non ho tempo per la posa ma ho voglia di una coccola prelevo una piccolissima quantità di prodotto dopo aver lavato i capelli, la sciolgo tra le mani e poi passo l’olio sulle punte ancora bagnate.

5. scurb
Vi avevo parlato tanto tempo fa dello scrub che ogni tanto mi preparo. Ultimamente ho sostituito l’olio di mandorle con quello di cocco, quindi metto in un barattolo un po’ di sale e bicarbonato e poi aggiugno l’olio (sciolto) fino a quando si forma una cremina ancora sufficientemente densa per essere prelevata con le mani. Si può aggiungere dell’olio essenziale per profumare il prodotto ma a differenza dell’olio di mandorle che ha una profumazione neutra, quello di cocco si sente parecchio.

6. lenitivo
Quando la pelle è arrossata per il sole, per il vento, la ceretta, una puntura di insetto fastidiosa… metto spalmo un po’ di olio sulla parte irritata. Detto così sembra di parlare del Vetrix del Mio grosso grasso matrimonio greco, ma funziona davvero!

7. balsamo labbra
L’olio di cocco è perfetto per idratare le labbra secche è dà sollievo se iniziano già a tirare e bruciare

8. termometro rudimentale ;)
Non è uno strumento accurato ma avere una confezione di olio di cocco in casa ci dà una chiara idea della temperatura esterna: quando è totalmente liquido fa molto caldo, quando diventa una crema morbida la temperatura è fresca e piacevole, quando solidifica fa molto freddo! ;)

– – – – – – – – – – – – – – – – – –

foto da pixabay.com