Dico sempre che senza musica non potrei vivere, ho amato follemente il mio walkman, il mio lettore cd portatile, il mio primo iPod e adesso ascolto la musica prevalentemente dall’iPhone, è la mia compagna di viaggio, passeggiate, tempo libero, sport.
Quando parlo della mia passione per la musica però intendo sempre quella contemporanea, mi spingo fino agli anni ’50 del secolo scorso e non ho mai amato la musica classica.

Ho deciso di iniziare i miei 10 minuti proprio con qualcosa di familiare come l’ascolto della musica ma anche totalmente diverso dal solito.
Mi sono coricata sul letto, ho spento la luce, attivato il timer e ho iniziato ad ascoltare le Danze Ungheresi di Brahms. È la prima volta che accompagno un momento di totale relax con la musica classica. La mia gatta mi ha raggiunta e si è messa ad ascoltarla con me, siamo state ferme sul letto al buio immerse nel suono che usciva dalle casse. La mente ha iniziato a correre in mille luoghi, libera e slegata da qualunque preoccupazione perché in quei 10 minuti avrei fatto solo quello. Devo ammettere che mi è inaspettatamente piaciuta questa pausa e quando è suonata la sveglia un po’ mi è spiaciuto dover tornare alla vita reale.


foto da pixabay